Partecipazione al gruppo misto con in carico di redazione Piano di sicurezza e di Coordinamento e del Fascicolo tecnico del progetto relativo alla galleria di Faver (TN)
Committente:
Provincia Autonoma di Trento - Dipartimento Lavori pubblici e Protezione Civile - Servizio Opere Stradali – Ufficio Strade Statali

Ruolo ricoperto:
Partecipazione al gruppo misto con in carico di redazione Piano di sicurezza e di Coordinamento e del Fascicolo tecnico del progetto relativo alla galleria di Faver (TN)

Importo lavori:
€ 28.650.000

Periodo di esecuzione dell'incarico:
2001 - 2002

 

Descrizione dela struttura
L'opera si inquadra in un programma di generale riqualificazione della viabilità della Valle di Cembra con l’obiettivo di contribuire in forma significativa a migliorare la percorrenza lungo l’arteria stradale della S.S. 612 , nonché ridurre il traffico all’interno dell’abitato di Faver con rilevanti vantaggi in termini di sicurezza e vivibilità.
La nuova infrastruttura stradale è caratterizzata prevalentemente dalle opere in sotterraneo costituenti la galleria, che è a canna singola e dotata di un cunicolo laterale pedonale di emergenza.
In corrispondenza degli imbocchi sono stati realizzati degli svincoli di raccordo con la sede viaria preesistente secondo uno schema planimetrico “a forchetta”, con una delle due piste alla quota dell’asta principale e l’altra che sovrappassa la galleria.
Allo svincolo lato Trento è stata inoltre realizzata una rotatoria di diametro esterno pari a 43 metri che consentendo l’inversione del senso di marcia a chi proviene dalla galleria, dà la garanzia di captare tutto il traffico diretto verso la S.P. 101, anche quello proveniente da Cavalese, non interessando più l’abitato di Faver.
Sempre allo svincolo lato Trento sono stati realizzati una pista ciclopedonale larga 2,50 metri in affiancamento alla rotatoria e al ramo di ingresso all’abitato di Faver, ed un ulteriore tratto di marciapiede dalla rotatoria verso il paese di Cembra per garantire la continuità del collegamento pedonale tra i due abitati di Faver e Cembra.
Per l’esecuzione degli sbancamenti necessari alla realizzazione delle piste di svincolo ad entrambi gli imbocchi, si è dovuto operare eseguendo delle paratie multiancorate, successivamente mascherate mediante posa di muri prefabbricati rivestiti in pietra porfirica, ad ottimizzazione dell’inserimento ambientale caratteristico del sito.
Le opere di sostegno a valle del tracciato sono state invece realizzate con muri in terreno rinforzato disposti a gradoni.
L’intera opera stradale è stata inoltre dotata di moderni impianti tecnologici di illuminazione, ventilazione, antincendio, rilevazione incendi e trasmissione dati.