SICUREZZA SUL LAVORO: RIVALUTAZIONE DELLE AMMENDE E SANZIONI DAL 1 LUGLIO 2018
26/06/2018

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.140 del 19 giugno 2018 il comunicato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 6 giugno 2018 che informa circa la pubblicazione del Decreto del capo dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro n. 12 del 6 giugno sulla valutazione quinquennale delle sanzioni.

 

Aumento delle sanzioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Il Decreto Direttoriale n. 12 del 06 giugno 2018, emanato sulla base delle disposizioni previste dall’articolo 306, comma 4-bis del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81. in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro, stabilisce che:

 

le ammende previste con riferimento alle contravvenzioni in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro e le sanzioni amministrative pecuniarie […] nonché da atti aventi forza di legge sono rivalutate ogni cinque anni con decreto del direttore generale della Direzione generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, in misura pari all’indice ISTAT dei prezzi al consumo previa arrotondamento delle cifre al decimale superiore.

 

La rivalutazione di ammende e sanzioni amministrative pecuniarie avviene sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo registratasi nel quinquennio 2013-2018. Infatti il Testo Unico D.Lgs. 81/08 prevede la rivalutazione delle sanzioni ogni 5 anni.

 

Pertanto, a partire dal 1 luglio 2018, ammende e sanzioni riguardanti la sicurezza sul lavoro sono rivalutate nella misura dell’1,9%, senza l’applicazione di arrotondamento alla cifre che ne risultano dal calcolo.

 

La Direttiva prevede inoltre che l’incremento non venga applicato alle “somme aggiuntive” di cui all’art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008, cioè quelle come da versare ai fini della revoca del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, le quali non costituiscono propriamente una “sanzione”.