Sicurezza aziende

Al tuo fianco per la sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro è un valore che consente alle organizzazioni di crescere in modo sostenibile. Diffondere una cultura del lavoro fondata sul rispetto delle persone e della loro sicurezza, è uno degli obiettivi più importanti che ci siamo posti, e lo facciamo con il supporto del nostro team di tecnici specialisti nelle discipline ingegneristiche, umanistiche, mediche e giuridiche. Non una sola persona, quindi, ma un team multidisciplinare coordinato dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione che darà supporto al datore di lavoro. A supporto della nostra attività, mettiamo a disposizione del cliente il software Safety di Zucchetti: una piattaforma con database condiviso dove il cliente potrà trovare tutte le scadenze in materia di sicurezza e salute che riguardano la propria azienda, e che verrà aggiornato dopo ogni nostro intervento.

Responsabile Servizio Protezione Prevenzione (RSPP)

I nostri consulenti possono assumere il ruolo di Responsabile Servizio Protezione RSPP, che saranno supportati da colleghi con competenze settoriali per affrontare problematiche specifiche.

Attraverso la piattaforma Safety di Zucchetti, QSA è in grado di fornire un Servizio di Prevenzione e Protezione integrato grazie alla condivisione delle informazioni in tempo reale con le diverse funzioni aziendali.


Consulente Tecnico di Parte (CTP) nei procedimenti civili e penali

Quando i lavoratori sono coinvolti in incidenti o infortuni che generano un'indagine e un successivo procedimento penale e/o civile che vede in prima linea il datore di lavoro, è necessario avere al fianco dei professionisti che garantiscano una puntuale e rigorosa ricostruzione dei fatti da un punto di vista tecnico. Grazie alla loro esperienza, i consulenti QSA hanno una competenza riconosciuta dall'Organismo di Vigilanza, dalla Magistratura e in ambito forense e possono assumere l’incarico di Consulente Tecnico di Parte (CTP) nei procedimenti civili e penali.


Membro dell’Organismo di Vigilanza (Ex D.Lgs.231/01)

La funzione di Organismo di Vigilanza (OdV) e del membro dell’Organismo di Vigilanza è stata introdotta nel 2001 dal D.Lgs 231 contestualmente all'introduzione nella legge italiana del concetto di responsabilità dell'Ente. Dall'entrata in vigore di questa legge è possibile ricondurre un reato anche all'impresa, non solo alla persona. Per questo è stato previsto uno strumento di tutela delle imprese, ovvero un modello che permetta di gestire al meglio i processi aziendali a rischio reato. L'Organismo di Vigilanza è l'organo individuato dal vertice aziendale per sorvegliare la corretta applicazione del modello e riportare eventuali difformità. All’interno dell'Organismo di Vigilanza aziendale, QSA può contribuire con la competenza nella gestione della salute e sicurezza dei lavoratori e per garantire la correttezza del modello anche per i reati di omicidio colposo e lesioni personali colpose commessi in violazione della normativa a tutela dell'igiene e della sicurezza sul lavoro.


Sicurezza sul lavoro, i documenti di valutazione dei rischi che QSA può redigere

Valutazione dei rischi: analizziamo i processi produttivi per individuare e valutare i rischi cui sono esposti i lavoratori e sottoponiamo all’azienda le misure di prevenzione e protezione da mettere in atto. Questi i rischi che andiamo ad analizzare e i documenti che realizziamo:

  • Documento di valutazione del rischio (DVR)
  • Valutazione dei rischi attrezzature da lavoro (VRAT)
  • Valutazione del rischio biologico (VRB)
  • Valutazione del rischio chimico (VRCH)
  • Valutazione del rischio cancerogeno (VRCR)
  • Valutazione del rischio campi elettromagnetici (VRCE)
  • Valutazione rischio rumore (VRR)
  • Valutazione rischio stress lavoro correlato (VRSLC)
  • Valutazione rischio vibrazioni (VRV)
  • Valutazione del rischio atmosfere esplosive (ATEX)
  • Valutazione del rischio da esposizione a Videoterminali (VDT)
  • Valutazione dei rischi apparecchiature elettriche (VRAE)
  • Valutazione dei rischi Ambienti di Lavoro (VRAL)
  • Valutazione del rischio da movimentazione manuale carichi (MMC)

  • Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali (DUVRI). I rischi interferenziali sono i rischi che si generano dall'incrocio dei rischi aziendali già presenti e quelli delle attività svolte nello stesso luogo da terze persone. Ad esempio ditte esterne incaricate delle pulizie, oppure trasportatori che accedono a piazzali di carico e scarico, oppure ancora imprese incaricate di svolgere piccoli lavori di manutenzione. In questi casi individuiamo le misure di prevenzione e ci assicuriamo che tutte le parti ricevano le informazioni necessarie per svolgere le attività in sicurezza
  • Verifiche su apparecchiature per il sollevamento di cose e persone. Le attrezzature di lavoro che hanno funzione di sollevamento cose o persone devono essere sottoposte a regolari verifiche periodiche per garantirne il corretto funzionamento in sicurezza. Le verifiche devono essere svolte da personale specializzato, formato e abilitato all'esecuzione, e QSA mette a disposizione i propri tecnici esperti abilitati dalla Provincia Autonoma di Trento


Nuovo insediamento produttivo

In caso di realizzazione o ristrutturazione di un insediamento produttivo, i consulenti QSA sono in grado di affiancare proprietari e progettisti nelle seguenti attività:

  • Predisposizione della documentazione per la notifica di Nuovo Insediamento Produttivo (NIP): in caso di costruzione, ampliamento o ristrutturazione di edifici o locali adibiti ad attività produttive è necessario redigere una pratica che attesti il rispetto di alcuni parametri relativi all'igiene e alla sicurezza (materiali utilizzati per la costruzione, illuminazione naturale, areazione e riscaldamento dei locali, presenza di servizi igienici). I nostri tecnici sono al fianco dei progettisti dell’azienda per redigere la relazione e gli eventuali elaborati grafici per la presentazione della pratica
  • Progettazione del processo produttivo: la valutazione dei rischi relativi ad un'attività lavorativa comincia dalla progettazione dei luoghi di lavoro. Per questo è importante coinvolgere degli esperti di salute e sicurezza già in fase di definizione su carta della disposizione dei locali o del layout di macchine e attrezzature. Le nuove linee di indirizzo (es: lean production) dimostrano che un'attenta progettazione e valutazione del processo produttivo permettono di aumentare l'efficienza e la resa della produzione in termini di qualità (meno errori, meno scarti), di garantire una maggiore salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori e dell'ambiente

 

Presentazione della domanda di contributo INAIL

Supportiamo le aziende nella valutazione di fattibilità e successiva presentazione della domanda per interventi di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori finanziati con contributo INAIL attraverso il bando ISI annuale.

 

Agibilità

Le attività di pubblico spettacolo, di intrattenimento o sportive presentano una serie di criticità da gestire anche in termini di tutela della salute e sicurezza: i tempi ristretti, leggi e norme in continua evoluzione, i diversi attori coinvolti, l’elevato numero di partecipanti, la temporaneità delle opere, le caratteristiche delle persone coinvolte per la buona riuscita dell’evento, spesso volontari.

Data la presenza di queste particolarità, è necessario effettuare una progettazione che tenga in considerazione i principali rischi presenti nel luogo in cui si svolge la manifestazione, oppure rischi determinati dalla presenza di impianti elettrici, palchi e altre strutture appositamente costruite e installate.

Anche questo tipo di attività è soggetto alla regola tecnica di prevenzione incendi per la salvaguardia della salute e sicurezza degli spettatori e dei protagonisti dell’evento.

Le attività che QSA Srl svolge su incarico dell'ente organizzatore per garantire l’agibilità temporanea nelle attività di pubblico spettacolo vanno dalla predisposizione dei documenti tecnici, alla condivisione delle pratiche presso gli uffici competenti per l'ottenimento del parere favorevole, dalla definizione delle modalità di montaggio delle strutture provvisorie ai controlli tecnici. Il tutto nel rispetto della corposa normativa di riferimento.

Ogni evento è diverso e particolare, per il territorio che lo ospita, per le persone e le associazioni coinvolte, per le strutture montate, il numero di spettatori o di partecipanti. Ogni volta che si affronta questa attività quindi si affronta una sfida, ci siamo trovati di fronte alla necessità di mettere in relazione più competenze che vanno dalla conoscenza e applicazione della norma, all’esperienza di gestione dei cantieri in ambito di coordinamento in progettazione (CSP) e in esecuzione (CSE), alla conoscenza approfondita dell’ambito antincendio e gestione delle emergenze, nonché infine ad una buona dose di pratica nella valutazione dei rischi applicata in particolare a quelli interferenziali in ambito non cantieristico, gestiti in genere attraverso i DUVRI.